Visualizzazioni totali

mercoledì 5 marzo 2014

Bard Faust Parla Del Suicidio Di Dead Dei Mayhem

Bard Faust Eithun(batterista degli Emperor) parla di Dead e del suo suicidio:

"All'inizio degli anni 90 affittammo una vecchia casa deserta nella foresta.
Avevamo bisogno di un posto per provare così finimmo per prendere quella casa.
Ci volevano venti minuti per arrivare al negozio più vicino e l'unico modo per andare nella città più vicina era il treno.
Le persone che passavano vicino alla nostra casa, affrettavano il passo.
Avevano paura di noi.
E gli insegnanti delle scuole vicine dicevano ai bambini : "Non avvicinatevi a quella casa.
E' infestata dai fantasmi".
Tutti ci odiavano ma questo in un certo modo ci faceva piacere.
Euronymous era occupato con la sua etichetta e passava tutto il giorno a scrivere.
Io suonavo la batteria e Dead si chiudeva in stanza a coltivare la sua perenne depressione.
Vivevamo così: ognuno nel proprio mondo.
Euronymous e Dead non andavano molto d'accordo: Dead non si fidava di Euronymous, Euronymous non si fidava di Dead.
Le risse verbali finirono per trasformarsi in sanguinose aggressioni fisiche.
Mi stufai presto delle loro liti e andai a vivere da mia nonna, tornando indietro praticamente solo per provare.
Un giorno decisi di andare ad Oslo con i miei amici.
Prima di partire incontrai Dead che era particolarmente depresso: "Guarda, ho comprato un coltello, è molto affilato".
Queste sono state le ultime parole che gli ho sentito pronunciare.
Euronymous stava uscendo con me quella mattina per andare in città a lavorare sulla sua etichetta.
Qualche giorno più tardi, quando tornò indietro, la casa sembrava deserta.
La porta davanti era chiusa e mancava anche la chiave nel nostro nascondiglio segreto.
Euronymous fece il giro della casa e notò che la finestra di Dead era aperta.
Si arrampicò fin dentro da lì e trovò Dead disteso a terra: una parte della sua testa era schizzata via a causa del colpo di fucile.
Euronymous prese un'automobile per correre al negozio più vicino a comprare un rullino per la macchina fotografica.Poi ritornò a casa e fece delle foto al cadavere di Dead.
La cosa che mi sorprese è che il coltello era appoggiato sopra al fucile.
Sarebbe dovuto essere da qualche altra parte dato che Dead si sparò con il fucile.
Forse Euronymous non andò mai in città quel giorno e mi ricordo che quando mi chiamò non sapeva che cosa dire: "Dead è tornato a casa", mi disse.
"In Svezia?", dissi.
"No, si è fatto esplodere la testa".




FONTI(LIBRO)
Ne volete sapere di più? Per queste storie(meglio approfondite) e per tutto il resto vi consiglio questo meraviglioso libro(l'unico tutto in italiano):
  

A mio modo di vedere, il meglio sulla piazza.
Ovviamente è consigliato, non solo a chi è appassionato a questo genere musicale ma anche a tutti gli altri che vorrebbero approfondire sul perchè e percome in Norvegia, negli anni 90, siano successe certe cose.
Vi consiglio di ordinare tramite Amazon, non solo perchè è lo store più affidabile d'Europa ma anche per i prezzi(spese di spedizioni pure gratuite per ordini superiori a 19 euro).


Altri Articoli Riguardo Il Black Metal:
Storia Del Black Metal(Helvete/Inner Circle)
Burzum Parla Della Morte
Burzum Parla Del Cristianesimo e delle Dittature
La Strana Esperienza di Dead (Mayhem)
Euronymous (Mayhem) Parla di Dead e del Cristianesimo
Bard Faust Parla Del Suo Omicidio
La Storia Degli Emperor (Recensioni Dischi)
Darkthrone e gli Ebrei (Transilvanian Hunger)
Gorgoroth e il Loro Concerto In Polonia (Black Mass)
Gaahl (Gorgoroth) Favorevole ai Roghi delle Chiese
La Storia di Nodtveidt e dei Dissection (Recensione Dischi)
La Storia di It e degli Abruptum (Recensioni Dischi)
La Storia degli Absurd e di Sandro Beyer (NS Black Metal)
La Storia di Hoest (Taake) e i suoi Arresti

Depressive Black Metal:
Caratteristiche Depressive Black Metal
Storia Degli Shining e di Kvarforth
Storia Dei Silencer e di Nattramn
Storia Dei Nocturnal Depression e di Herr Suizid

Nessun commento:

Posta un commento