Visualizzazioni totali

lunedì 17 agosto 2015

Tutte Le Chiese Bruciate Dall'Helvete (Black Metal)

Intorno al 1992, 52 chiese vennero bruciate, furono presi di mira numerosi cimiteri, dove più di 15 000 tombe vennero profanate e imbrattate con simbologie occulte e sataniste.
Vikernes(Burzum e Mayhem) fu accusato di aver incendiato la cappella di Holmenkollen a Oslo, la chiesa di Skjold a Vindafjord, la chiesa Stavkirke di Fantolf e la chiesa di Åsane a Bergen.
Vikernes non partecipava ai roghi da solo.
C'è chi ventilava che tra gli esecutori ci fosse anche Euronymous (il chitarrista dei Mayhem poi assassinato dallo stesso Vikernes) che invece ai tempi aveva sempre negato di partecipare agli incendi in prima persona (pare fosse il mandante).
In realtà fu accusato dell'incendio della cappella di Holmenkollen (non scontò perchè fu assassinato l'anno successivo).
I proventi di simili atti(furti, incendi e profanazioni) venivano a volte portati come trofei per addobbare l'Helvete.
Autori di tali gesti furono principalmente Vikernes, Faust, Samoth (ovvero 2 degli Emperor) ed alcuni membri di Hades(Tunsberg), Einherjer e Ildjarn.


LE CHIESE BRUCIATE
Quella di Fantoft è una chiesa in legno ricostruita nel quartiere Fana della città di Bergen (Norvegia).
La chiesa fu costruita nel Fortun, un villaggio vicino all'estremità orientale di Sognefjord intorno all'anno 1150.
La chiesa venne acquistata dal console Fredrik Georg Gade, fuori dalla chiesa si trova una croce di pietra da Tjora in Sola.
Il 6 giugno 1992, la chiesa fu distrutta da un incendio doloso; la prima di una serie di roghi delle chiese da parte dei membri del Black Metal Inner Circle.
In un primo momento, si pensò che l'incendio era stato causato da un fulmine o da un guasto elettrico ma nel 1994, Varg Vikernes fu accusato di aver bruciato la chiesa di Åsane a Bergen, quella di Skjold a Vindafjord e la cappella di Holmenkollen a Oslo.
Venne accusato anche del rogo di Fantoft, anche se i giuristi durante il processo votarono contrario (ma pare che fu un errore).
Una fotografia di questa chiesa bruciata appare sulla copertina di Aske (EP di Burzum uscito nel 1993).
Secondo Vikernes, la chiesa venne bruciata come rappresaglia contro il cristianesimo.
La ricostruzione della chiesa iniziò subito dopo l'incendio e venne completata nel 1997.
Il primo agosto viene data alle fiamme la chiesa di Revheim nella Norvegia meridionale.
Al rogo della cappella di Holmenkollen il 21 agosto, Euronymous e Bard Faust degli Emperor parteciparono con Vikernes.
L'attentato finì sulle prime pagine dei giornali il giorno successivo.
Il primo settembre anche la chiesa di Ormøya andò a fuoco, il 13 settembre fu la volta di Skjold(Vikernes e Samoth degli Emperor vennero accusati).

Samoth degli Emperor: "C'era una piccola porta sotto l'altare dove gettammo diversi galloni di benzina, poi abbiamo acceso il tutto con dei fiammiferi e siamo scappati in macchina.
C'era uno strano feeling nell'auto. 
Fuori era tutto tempestoso, tonante e piovoso. 
Ci trovavamo in una stretta strada di campagna senza nessuna luce a parte i nostri fari".

Subito dopo i roghi delle prime chiese Euronymous dichiara che nessuno avrebbe osato testimoniare contro Vikernes per paura della vendetta dell'Inner Circle.
A settembre del 1992 Euronymous, Vikernes, Tunsberg, Samoth e Faust vengono arrestati ma poi rilasciati per mancanza di prove.
Al termine di ciò, proseguono i roghi.
Il 2 ottobre fu la chiesa di Hauketo ad essere rasa al suolo, il 23 dicembre quella di Åsane(Vikernes e Tunsberg degli Hades i colpevoli) il 25 dicembre quella di Sarpsborg.
Quest'ultimo incendio fu il più drammatico perché un pompiere morì mentre cercava di domare le fiamme.
Il 7 febbraio del 1993, gli incendi si propagano anche nella vicina Svezia: viene bruciata, tra le altre, la chiesa di Lundby a Goteborg.
Dietro questi incendi probabilmente ci fu la mano di Nodtveidt dei Dissection ed It degli Abruptum.


RICOSTRUZIONE DELLE CHIESE ED INCENDI SUCCESSIVI
Il costo della ricostruzione delle sole chiese norvegesi incendiate da Vikernes si aggirò attorno ai 45.000.000 di corone (circa 5.300.000 euro).
La compagnia di riscossione crediti ha chiesto 19.000.000 di corone a Vikernes, mentre il comune di Oslo ha rilanciato a 23.000.000 di corone come risarcimento per il rogo della cappella di Holmenkollen.
Durante la perquisizione in casa di Vikernes, a Bergen, nel 1993, la polizia trovò 150 kg di dinamite ed esplosivi e circa tremila proiettili di diverso calibro.
I media dissero che si stava preparando per far saltare in aria la cattedrale di Nidaros, a Trondheim.
In realtà i roghi o i tentativi d'incendio proseguirono anche nel 1994 e nel 1995.
Tentativi dolosi mai chiariti.

Nessun commento:

Posta un commento