Visualizzazioni totali

giovedì 3 marzo 2016

La Storia Dei Motley Crue: Tra Sesso, Droga, Alcool, Arresti

I Motley Crue si formarono nel 1981 in California, nella patria del Glam Rock: Los Angeles.
Si formarono grazie al bassista Nikki Sixx che contattò Tommy Lee batterista dei Suite 19.
Sixx senza aver mai conosciuto il padre, preso, abbandonato e ripreso dalla madre, affidato ai nonni, senza conoscere alcunchè del proprio albero genealogico.
Una sorellastra mai considerata, una sorella di sangue handicappata mai vista e di cui scoprì l’esistenza solo dopo che era mancata, Nona, la sua nonna amata e venerata, colei che lo crebbe con amore, snobbata il giorno del funerale perché “era meglio stare a casa a farsi in vena”.
Tanti piccoli lavori nell'adolescenza, trasferimenti qua e la, sino a quello definitivo a Los Angeles dove vive in macchina con amici o appartato con prostitute.
Questo era Nikki Sixx.
Invece Tommy Lee nasce in Grecia ma ben presto si trasferisce in un sobborgo malfamato di Los Angeles: Covina.
Lui e Sixx, negli anni 80, verranno conosciuti anche come "Terror Twin" (per rievocare la coppia terribile degli anni 70: "Toxic Twin", cioè Tyler e Perry degli Aerosmith).
Furono poi reclutati il chitarrista Mick Mars (attraverso un annuncio sulla rivista The Recycler) e in seguito un amico del batterista Lee: Vince Neil.
Gli eccessi per Neil non si contano: incidenti stradali, droghe, alcool, arresti, risse.
Mars invece, pur drogandosi e bevendo, cercò sempre di attrarre il meno possibile le luci della ribalta(e le forze dell'ordine) su di lui.
Non si può parlare di certo di un'anima pura ma era il meno marcio dei quattro, solo negli anni 90 per via di una forma di depressione causata da una malattia ossea degenerativa(che lo accompagnava sin dall'infanzia) inizierà anche lui ad andarci davvero pesante con alcool e medicinali/droghe di ogni tipo.
Rimaneva comunque da scegliere il nome: Mars, prendendo spunto dal soprannome della sua vecchia band, suggerì "Motley Looking Crew" (una banda di disperati).
Il nome però verrà leggermente modificato in Motley Crue.
Formato il gruppo prendono il via una serie di concerti tenuti a Los Angeles che assicurarono in poco tempo alla band numerosi fans affascinati dalle pirotecniche esibizioni dal vivo, dal look, dalle loro trasgressioni, dal sesso, dall'alcool e della droga che cominciano a ruotare attorno alla band.
Dalle stalle alle stelle e dalle stelle alle stalle in un continuo saliscendi fatto di trasgressioni, debiti, depressione, armi da fuoco, morte, auto-distruzione, tradimenti, carcere, sesso sfrenato, residenze milionarie, auto da corsa, matrimoni, divorzi, cause legali, party selvaggi, alcool e tanta droga.

Nikki Sixx: "quando mi trasferii a Los Angeles alla fine degli anni settanta e iniziai a fare uso di cocaina, essa servì solo ad amplificare alcuni aspetti del mio carattere. 
Ma l’alcool, gli acidi e la coca furono soltanto scappatelle. 
Quando scoprii l’eroina, fu vero amore..."


THE MOTLEY HOUSE
Questi quattro disadattati e squattrinati, con in comune la passione per il Rock e una spiccata predilezione per abusi di ogni tipo, si ritrovano regolarmente per lunghe jam sessions e un tale Alan Coffmann(amico di Mars), che vuole tentare una carriera da manager musicale, decide che quella è l'occasione giusta per iniziare, mettendo loro a disposizione un budget iniziale di poche decine di dollari a settimana.
Il manager decide di affittare un appartamento a pochi passi dal Whiskey, per sistemare Vince, Tommy e Nikki (Mick invece vive già per conto suo a Redondo Beach) e tentare di tenerli un po' più sotto controllo.
Tentativo miseramente fallito, i ragazzi ben presto lo riducono a uno scannatoio, soprannominato "The Motley House" (Sunset Strip, 1124).
Vince e Tommy dormono insieme facendo a turno con le relative partners più o meno occasionali, Nikki invece ha la sua stanza, tutta bruciacchiata a causa dei suoi esperimenti di piromania che poi ripropone negli show.
Il retro della casa diventa una discarica dove accumulano la spazzatura senza mai buttarla, spesso non mangiano nutrendosi principalmente di alcol e droghe, il pavimento è disseminato di scarafaggi e bottiglie di Jack Daniels.
La sera lasciano la finestra aperta così dal Sunset Boulevard la gente entra direttamente a casa loro per continuare le serate.


I PRIMI DISCHI E LA BAND CACCIATA DAL TOUR DEI KISS
Dopo i primi successi in qualche esibizione live, questo alone d'improvvisa popolarità spinse la band al debutto con il primo studio album: "Too Fast For Love", datato 1981, che vende circa 20.000 copie e sforna classici quali Live Wire, Take Me To The Top, Public Enemy #1, Come On And Dance e Starry Eyes.
Ma il vero successo arriverà 2 anno più tardi, è infatti nell’ottobre dell’83, che esce "Shout At The Devil", secondo album in studio della band.
Il disco è selvaggio ed unisce all'Hard Rock la melodia con in più temi oltraggiosi.
Sarà questo l’album della consacrazione di quella che diventerà forse la band Glam Rock più importante di tutti i tempi.
Successi quali Ten Seconds To Love, Looks That Kill e Too Young To Fall In Love, portano la band ad intraprendere un grande tour nord americano.
Anche la strada al disco d’oro prima e di platino poi è spianata: 7 febbraio 1984.
E’ il periodo di maggior prolificità della band che, definitivamente consacrata, parte on the road negli USA ed in Europa al fianco di mostri sacri del Rock e Metal quali AC/DC, Kiss, Iron Maiden, Ozzy Osbourne, Judas Priest e Scorpions.
Si ricordi però il tour di supporto ai Kiss (Creatures Of The Night del 1983) in cui i Motley Crue furono cacciati.
Pare che Nikki Sixx e Tommy Lee si fecero la fidanzata di Eric Carr, mentre lui stava suonando.


LO SCHIANTO E LA MORTE DI DINGLEY RAZZLE DEGLI HANOI ROCKS
L’abuso di droga ed alcol però continuano a farla da padrone.
Il 1984 è un anno di delirio totale, che inizia con un tour da spalla di Ozzy, e continua con uno da headliners stavolta in tutto il mondo.
Hotel devastati, arresti, feste folli, risse, sono tutte cose all'ordine del giorno, coi manager che ogni volta pagano conti e cauzioni, e cercano di riparare in qualche modo i danni.
L'anno finisce col primo grande dramma nella storia dei Motley.
L’8 dicembre 1984 Vince Neil, mentre tornava da un Tour con Ozzy, provoca un disastroso incidente stradale mentre guidava ubriaco con al suo fianco l’amico Nicholas Dingley (Razzle), batterista degli Hanoi Rocks.
Si stavano dirigendo al Liquor Store.
Lo scontro frontale con un'altra auto è terribile, tale da far perdere la vita allo stesso amico.
Neil si salvò, nella macchina di fronte tutti gravemente feriti con una ragazza che rimane in coma per 1 mese.
Razzle, 24 anni, come detto non ce la fece.
Vince fu accusato di guida in stato di ebbrezza e di omicidio colposo, venne denunciato dagli Hanoi Rocks e dalla famiglia di Razzle.
Verrà condannato a soli 30 giorni di carcere ma poi uscì dietro pagamento di una cauzione (2.6 milioni di dollari).


GLI ECCESSI NON SI PLACANO
Nonostante il grave incidente, nella band cambia ben poco: Neil però viene un po' isolato dal resto del gruppo e trattato dai media come un assassino.
Durante il suo periodo detentivo nessuno della band andrà a trovarlo.
A metà degli anni 80 il gruppo ritorna in studio con "Theatre Of Pain".
Un album differente dai predecessori, meno grezzo e più curato anche grazie alla stupenda ballad Home Sweet Home (con tanto di video) ed alla cover Blues Smokin’ in The Boys Room.
L'album sarà interamente dedicato a Razzle.
Oltre al sound, decisamente più melodico, si nota qualche cambiamento a livello di immagine.
Alla fine del tour di Theater Of Pain i problemi di droga della band si accentuano ulteriormente.
In realtà come si sarà capito Sixx era un tossico da tempo, dalla fine dei live di Shout At The Devil, quando distrusse la sua Porsche attorno ad un palo e si procurò una lesione alla spalla che "curava" fumando eroina.
Un natale del 1986 trascorso, come tanti altri giorni, nudo, chiuso nello sgabuzzino di casa sua con un fucile a pompa in mano e un ago piantato sottocute, pronto a mitragliare a chiunque.
In quel periodo, più volte completamente fuori controllo, Nikki chiamava la sicurezza e i suoi amici perché vedeva il giardino pieno di nani messicani armati sino ai denti e credeva volessero farlo fuori. Inoltre sentiva rumori e strane presenze in casa che lo terrorizzavano.
Allo stesso tempo però temeva che la polizia facesse irruzione in casa trovandogli droga, armi e quant'altro.
Insomma, attraverso il suo water passarono mega quantitativi di eroina e cocaina gettati nel timore di essere scoperto e arrestato.
E' in questo periodo che muore sua nonna (che gli aveva fatto praticamente da mamma) ma Sixx era troppo strafatto anche per andare al suo funerale.
Soldi a palate fruttavano per i Crue e Nikki arrivò a spendere anche 5.000 dollari al giorno, 140 mila al mese solo per farsi nelle vene e fottersi il cervello con la droga.
S'iniettava eroina in vena (e pare anche Jack Daniel's) e sniffava kg di coca.
L'anno successivo comunque arriva il 4° album è "Girls, Girls, Girls" datato 1987, che debuttò al 5° posto della Billboard chart sino a raggiungere il 2° posto non molto tempo dopo.
L’album fu riconosciuto nel luglio dello stesso anno come disco di platino ed alcuni dei pezzi dello stesso (Wild Side, la meravigliosa ballad You're All I Need e la title track Girls, Girls, Girls) andranno ad arricchire il repertorio live dei Crue.
Parte il tour e i rapporti con i Whitesnake non sono dei migliori: il fatto che Tommy Lee si faccia la moglie di David Coverdale non è che aiuti più di tanto.
Invece con gli esordienti Guns N'Roses che fanno da supporto ai Motley scocca subito la scintilla, le due gang si uniscono ed è un vero pandemonio, tra orge, droghe, alberghi devastati, risse nei locali.


L'EROINA LA FA DA PADRONA: SIXX QUASI MORTO
Si continua con spettacoli pirotecnici, show ad altissimi livelli ed i soliti eccessi che portarono Nikki Sixx a rischiare la vita per eroina.
In particolare terminato il tour giapponese: Lee torna da Heather, invece Neil si consola con Shanrise (lottatrice nel fango femminile. Neil era talmente appassionato di questo tipo di lotta che si era fatto costruire un ring con tanto di fango all'interno della sua abitazione), Mick frequentava la corista Emi, l'unico a non avere nessuno da cui tornare è Nikki.
Era il 23 dicembre 1987.
Dopo una nottata di follie con alcuni amici come Slash e Steven Adler dei Guns N' Roses e Robbin Cosby dei Ratt, con la droga protagonista indiscussa del party, Nikki Sixx decide di iniettarsi l’ultima siringa di eroina per concludere in bellezza.
Erano stati prima al Cathouse a farsi, poi si erano ritirati nel Franklin Hotel.
Mentre Slash sviene collassato, Sixx va nella camera di Adler e lo spacciatore di Cosby gli inietta una siringa di eroina, qualcosa però va storto e Nikki diventa pallido, quasi blu in volto.
Questa volta la situazione sembra essere fin da subito grave.
L’allora ragazza di Slash, Sally McLaughlin, tentava di rianimarlo, mentre Slash ripresosi in preda agli effetti degli stupefacenti distruggeva il bagno della stanza di hotel.
Venne chiamata l’ambulanza, il corpo era freddo e il cuore non batteva più.
I paramedici, come ultimo tentativo, somministrarono al moribondo bassista una dose di adrenalina.
Ma niente.
Altro shot di adrenalina nell'ambulanza ed è questo che gli salverà la vita.

“Provai a sedermi per capire quello che mi stava accadendo intorno. Pensavo che sarebbe stato difficile sollevarli, ma con mia sorpresa quasi mi librai in aria, come se non avessi peso. 
Era come se qualcuno mi afferrasse la testa delicatamente e la portasse verso l’alto. 
Tutto intorno a me era chiaro e luminoso. 
Guardai in basso e realizzai di aver lasciato il mio corpo". 

Nikki Sixx giaceva coperto da un lenzuolo su di una barella, trasportato dai medici nell’ambulanza“.
Il suo cuore smise di battere e fu dichiarato legalmente morto prima appunto della seconda dose di adrenalina al cuore.
Tutto ciò è raccontato nell'adrenalitica Kickstart My Heart, hit del successivo "Dr.Feelgood".
Dopo questa tragica esperienza, Sixx ha aperto gli occhi:

“Si deve rimediare ai danni provocati dall’alcool, dalle droghe e dall’orrendo comportamento che spezza il cuore di chi ti ama. allontanarmi da quella merda mi ha fatto capire chi ero diventato e da lì è iniziata la risalita. Senza alcun programma di aiuto, molti resteranno noiosi ubriachi e ci sarà sempre il pericolo di sbandare di nuovo. L’ho vissuto e non è affatto piacevole“.

Tra il tour di Girls, Girls, Girls e l’uscita del 5° lavoro della band va registrata la loro permanenza in diversi centri di disintossicazione.
Infatti molti tour nel 1988 vengono annullati.
Dr Feelgood uscito nel 1989 è da annoverare tra i migliori della band: la title track, la ballatona Without You, Same Ol' Situation e Don't Go Away Mad (Just Go Away) han fatto da sempre parte del repertorio dei Crue o, come meglio dire, dei grandi classici intramontabili che la band ha partorito.
L’album diventò il loro unico lavoro a raggiungere il numero 1 in classifica (pur debuttando alla 24esima posizione) e ci rimase per ben 109 settimane dopo il rilascio.


IL MANAGER ARRESTATO E IL CASO MATTHEW TRIPPE
La maledizione delle droghe colpisce nuovamente la band quando il manager McGhee viene arrestato nel gennaio 1988 per aver preso parte ad un contrabbando di 40.000 libbre di marijuana colombiana che introdusse negli Stati Uniti nel 1982, prima di diventare il manager della band.
Viene condannato a 5 anni di carcere.
Era stato già in precedenza accusato di aver introdotto della cocaina nello Stato della Louisiana. Riceve poi 15.000 dollari di indennità, con cui costruirà una fondazione anti-droga, che chiama “Make A Difference Foundation”.
Nello stesso 1988 Sixx viene coinvolto in una strana causa, nel quale un certo Matthew Trippe sostenne di essere stato arruolato da McGhee per sostituire Nikki Sixx a seguito di un grave incidente d’auto in cui viene coinvolto nel 1983 che gli impedirà l’attività con la band.
Trippe sostenne di aver suonato, scritto e registrato del materiale degli album Shout At The Devil e Theatre Of Pain, venendo accreditato come Nikki Sixx.
Alcuni dei brani a cui Trippe sostiene di aver contribuito alla composizione erano Girls Girls Girls, You’re All I Need, Dancing On Glass, e Wild Side.
La sua causa contro la band quindi si concentra sui diritti d’autore.
Viene poi reso noto che Trippe aveva alle spalle precedenti per droga ed aveva frequentato anche centri per malati di mente.
La storia generò ovviamente uno scandalo, soprattutto in Europa, ma Trippe ritirerà le accuse nel dicembre del 1993 sparendo dalle scene.


LA RISSA TRA VINCE NEIL ED IZZY STRADLIN DEI GUNS N'ROSES
Al Cathiuse Club di Los Angeles, si incontrarono Izzy(chitarrista dei Guns N'Roses) e Sharise Ruddell (moglie di Vince Neil).
Stradlin cercò di corteggiarla ma vedendo che la Ruddell non acconsentì all'approccio, la spinse per terra davanti alla gente che si trovava nel locale.
Per tutta risposta Sharise gli tirò uno schiaffo in faccia e il chitarrista reagì con un pugno nello stomaco.
Circa un mese dopo, il 5 settembre del '89, i Motley parteciparono agli MTV Video Music Awards svoltisi allo Universal Amphitheatre di Universal City (sempre Los Angeles).
Mentre il resto della band attendeva all'interno della limousine, Vince aspettò nel backstage il termine dell'esibizione dei Guns N’Roses.
Vince, terminata l'esibizione, tirò un pugno al chitarrista Izzy Stradlin.
I due vennero separati e la security portò via Neil, mentre questi stava lasciando gli Award, Axl Rose, frontman dei Guns N'Roses, gli disse che l'avrebbe ucciso.
Questo fu l'inizio di una lunga battaglia tra le due band.
Axl Rose iniziò ad insultare Neil in alcune interviste.
I due sembrano quasi sul punto di organizzare una vera e propria rissa ma non se ne farà niente.

Tutto questo e molto altro lo troverete nell'incredibile autobiografia dei Motley Crue, ordinabile qui:



IL PERIODO QUASI SOBRIO DELLA BAND: TOMMY LEE TRA GOSSIP E PROBLEMI LEGALI
Superati in qualche modo i terribili(ed affascinanti) anni 80, nei 90 la band comincia a pagare lo sconto di tanti eccessi(soprattutto dal punto di vista musicale).
Provano a ripulirsi e farsi una vita: Mars ha 2 figli con la corista Emy, finanche Sixx si sposa con la playmate Brandt da cui avrà un figlio, Neil sposa l'ex lottatrice di fango Sharise da cui avrà una figlia.
Tommy Lee invece diventa un simbolo del gossip, facendosi notare più nelle riviste di pettegolezzi che in quelle musicali.
Era già famoso alla stampa quando si sposò con l'attrice Heather Locklear, ma il suo nome acquisterà ancor più notorietà grazie all'unione con Pamela Anderson, da poco uscita dal fidanzamento con Bret Michaels dei Poison.
I due si separarono dopo una relazione tempestosa durata sei anni (e dopo essersi sposati tre volte), ricorrendo a varie battaglie legali per la custodia dei figli.
La coppia registrò anche un video pornografico amatoriale che fece il giro del mondo e Lee passò anche alcuni mesi in galera per aver picchiato e molestato l'ex moglie.
Ormai distrutto dalle droghe e dall'alcol, si prenderà in seguito una lunga pausa passata nelle cliniche per disintossicarsi.


VINCE NEIL CACCIATO DALLA BAND
Nel settembre del ‘91 esce una compilation riassuntiva intitolata "Decade Of Decadence" arricchita dalla presenza dell'inedito Primal Scream.
Vince Neil non gradisce però la nuova direzione intrapresa ed inoltre continua ad essere strafatto e a non presentarsi alle prove: al punto che Sixx e company decidono di cacciarlo.
In particolare nel 1992 a Los Angeles è in corso una delle peggiori tempeste del secolo, che collassa la città e causa problemi di elettricità e comunicazione.
Nikki, Tommy e Mick attraversano il nubifragio e guidano per ore, per arrivare agli studi.
Vince non si vede.
Gli mandano un fax e provano a chiamarlo innumerevoli volte, ma non riescono a parlarci.
Dopo diverse ore, durante le quali gli animi si erano ovviamente surriscaldati, Vince chiama lo studio, parla col nuovo tour manager Mike Amato e gli dice che non sarebbe andato.
Nikki afferra la cornetta e gli intima di raggiungerli immediatamente.
Mentre lo aspettano, viene fuori che la notte prima Vince era stato visto in un locale ubriaco.
Quando arriva, prevedibilmente, si scatena il pandemonio.
Tra un turbinio di vicendevoli fuck, shit e motherfucker, viene fuori che a Vince non piace il nuovo materiale, mentre gli altri lo accusano di disinteressarsi al processo creativo e di non partecipare all'attività della band.
La discussione presto degenera, e a quel punto Nikki sferra l'attacco decisivo: "Vince, stiamo cercando un nuovo cantante".
Neil dice loro che non aspettava altro e lasciò il gruppo.
A prendere il posto di Vince fu chiamato John Corabi con il quale i Motley registrarono l’omonimo Motley Crue (1994).
Questo fu un clamoroso flop commerciale e il primo vero e proprio passo falso della band.
Da segnalare Uncle Jack, Hooligan’s Holiday e Misunderstood (che MTV si rifiuta di trasmettere).
Seppur mai noto per le sue doti vocali, l'assenza di Neil si sente eccome.
Il disco non è neanche male ma non sono i Motley Crue.
Segue un periodo molto turbato per la band, più o meno all'epoca Tommy e Nikki si separano dalle rispettive mogli, per alcuni l’inizio di un vero e proprio declino o semplicemente il periodo che tutte le rockstar pagano dopo anni di vizi e stravizi.
Tommy era ritornato a dividersi tra droghe, alcool e pornostar, mentre le condizioni di Mick non erano ottimali (in seguito alla malattia ossea che si aggravava sempre di più), Nikki era ritornato negli abissi infernali della droga.
E con l'Elektra pronta a tagliare i vivere (i finanziamenti).
Nikki e Tommy nel 1995 costruiscono studi di registrazione nelle proprie abitazioni, intanto Vince Neil che ormai aveva lasciato la band viene colto da una vera e propria tragedia: il 15 agosto 1995 muore sua figlia di 4 anni per via di un tumore.
Lui piomba prevedibilmente in una profonda depressione, e il già cospicuo abuso di droghe e alcool degenera in maniera preoccupante.
Entra ed esce dalle cliniche di disintossicazione per tutto il resto dell'anno.
In tutta questa terribile vicenda, solo Nikki lo chiama. O almeno così dice.
Vince non ricorda, ma la memoria del periodo che segue una tragedia simile, non è certamente attendibile.


VITE PERSONALI A META' ANNI 90
Nikki, dopo esser stato sposato dal 1989 al 1996 con la playmate Brandi Brandt, da cui aveva avuto 3 figli (Gunner nel '91, Storm nel '94 e Decker nel '95), alla fine del '96 aveva divorziato e solo 1 mese dopo aveva sposato l'ex  di Baywatch Donna D'Errico.
Mick era in una sorta di pausa: aveva due figli ormai grandi (Les Paul del '71 e Stormy del '73) avuti dalla prima moglie Sharon, e il matrimonio con Emy celebrato nel '90 era naufragato nel '94.
Vince era già a 2 matrimoni finiti (ne avrà altri 2).
Ha un figlio, Neil, nato nel '78 da una relazione occasionale, e una figlia, Elizabeth, nata nell'83 dalla allora moglie Beth Lynn, con la quale era stato sposato dal 1981 all'85.
Dal 1987 al '93 era durato invece il matrimonio con Sharise, dalla quale aveva avuto la compianta Skylar nel 1991, deceduta come detto purtroppo a soli 4 anni.
Nel 1998 è dunque pericolosamente single, ma presto inizierà la relazione con quella che sarà la sua terza moglie, la modella Heidi Mark.
Infine Tommy, anche lui non si era fatto mancare niente: matrimonio da giovane con Elaine, dal 1983 all'86, anno in cui divorzia e ben presto sposa la star Heather Locklear.
Questa unione dura un po' di più, ma giunge comunque al termine nel '93.
All'inizio del '95, ne abbiamo già parlato, il colpo di fulmine con un'altra star TV, Pamela Anderson(sposata dopo soli 50 giorni dall'averla conosciuta), con cui dà alla luce Brandon nel 1996, e il piccolo Dylan nato gli ultimi giorni del 1997.


IL RITORNO DI VINCE NEIL, I CONTINUI ARRESTI E L'ABBANDONO DI TOMMY LEE
L’album successivo è "Generation Swine" (1997) atteso con notevole trepidazione considerato il ritorno alla voce di Vince Neil(convinto da un lungo tira e molla con il manager dei Crue e spinto anche dal suo scarso successo da solista): se il lavoro precedente ci aveva fatto intuire quanto fossero mutate le sonorità ‘80s dei Crue ora ne avremmo un ulteriore conferma.
Quest’ultimo album infatti risulterà più melodico, con un sound più ricercato e melodico.
Il tutto lo si nota già dal singolo: Afraid, tra i migliori pezzi dell’album.
E' in questo periodo che Sixx e Lee vengono arrestati a Phoenix per aver scatenato una rivolta, Neil viene accusato di aver assalito un membro del pubblico, mentre l’intera band viene criticata per aver in qualche modo diffuso dei video pornografici durante un concerto alla Civic Arena di Pittsburgh.
Curiosa la storia dei video porno realizzati dai membri dei Motley Crue: in questi anni come detto Tommy Lee e Pamela Anderson si rendono protagonisti di un Sex Tapes amatoriale e anche Neil non si tiene lontano dal giro.
In particolare le "prestazioni" di Lee e la Anderson erano immortalate in una cassetta che verrà rubata in casa loro e poi venduta ad una casa che produce film porno e che la diffonderà su internet.
Sempre nel 1997 in un tour in North Carolina Tommy Lee e il suo compare Nikki Sixx insultarono un componente del servizio di sicurezza, gli versarono in testa una bibita e invitarono gli spettatori a menarlo.
E' più o meno in questo periodo che Lee verrà denunciato dalla sua ex moglie Pamela Anderson per maltrattamenti domestici dopo averla spinta a terra.
Viene denunciato e sul seguente controllo arrestato e trovato anche con armi da fuoco in casa.
Avendo avuto già innumerevoli problemi con la legge viene condannato a 4 mesi di carcere.
Nel 1999 lo stesso Lee esce dal gruppo per problemi di droga e per il brutto rapporto con Neil.
Tommy e Vince erano amici di scuola.
Era stato Tommy ad aver proposto Vince agli altri della band.
Vince spesso dormiva in roulotte nel giardino di casa dei Lee, e giravano sul furgone di Tommy con gli AC/DC a tutto volume.
Ma dopo 20 anni, quelli erano solo ricordi, la verità è che non si sopportavano più.
All'aereoporto di Las Vegas, tra un concerto e l'altro, a poche date dalla fine, Vince ubriaco offende una donna della loro crew, Tommy interviene, e Vince lo spintona sapendo che su Tommy pende l'ordine restrittivo(per via delle violenze domestiche sull'Anderson), e che se avesse reagito in un luogo pubblico con decine di testimoni, sarebbe tornato in carcere e stavolta per 3 anni.
Ma Tommy non resiste e reagisce, e i due si azzuffano
I due vengono subito separati e Tommy caricato a forza sull'aereo dal tour manager.
Durante il volo Tommy annuncia a Nikki e agli altri che finirà gli ultimi concerti, con camerini e bus separati, senza dover parlare più con Vince, e poi lascerà la band.
E così fa.
I problemi per la band non si placano: Sixx viene arrestato nello stesso anno durante un concerto a Las Vegas.
Mentre i poliziotti procedevano all’arresto, Sixx ha dato in escandescenze, mettendosi ad insultarli pesantemente.
Il musicista venne portato al Clark County Detention Centre.
Sixx trascorse la proverbiale notte al "fresco" ed il mattino successivo venne rilasciato su cauzione di soli 200 dollari.
Sì, ma il motivo dell’arresto? Due ballerine che si agitavano sul palco poco vestite.
Le forze dell'ordine pensarono di arrestare il primo del gruppo che attirò la loro attenzione.
Lee viene sostituito da Randy Castillo (ex Lita Ford e Ozzy Osbourne).
Questa sarà la lineup di "New Tattoo" (2000), penultimo studio album della band: Neil, Sixx, Mars e Castillo.
A quest'ultimo verrà diagnosticato un tumore.
Due anni più tardi, il 26 marzo 2002, la prematura scomparsa di Castillo a causa di una forma di cancro, porta la band a contattare Samantha Maloney come batterista durante il tour di New Tattoo.
Della tappa Salt Lake City ne uscì fuori anche il DVD "Lewd, Crüed & Tattooed" proprio con la Maloney alla batteria.
Nel 2001 esce nelle librerie mondiali The Dirt – Confessions Of The World's Most Notorious Rock Band: libro autobiografico della band scritto assieme a Neil Strauss.
Il libro racconta la loro storia con particolar occhio per gli eccessi vissuti nel corso degli anni da rockstar.
In seguito al 2002 la band quasi non esisterà più: Lee e Neil continuano a non sopportarsi, Castillo è morto, Sixx è ripulito ma solo.
Mars è caduto in una profonda depressione e prende qualsiasi tipo di farmaco, abitando in un vero e proprio porcile.
Sino al 2005 non si muoverà più niente fino al mastodontico Carnival Of Sins: mega tour mondiale annunciato conn la lineup classica.
Nel 2007, sarà la volta di Nikki Sixx che pubblicherà The Heroin Diaries nel quale racconterà la sua uscita dalla spirale della droga.

Tommy Lee: "Negli anni ho cambiato il mio modo di fare le cose. Ora bevo giusto una birra o due prima di salire sul palco in modo da essere sciolto e rilassato ma in passato ho fatto l'opposto di questo e le cose spesso si sono spinte troppo in avanti. 
Se sali sul palco quando sei completamente andato pensi che stai dando il meglio di te stesso, invece magari il giorno dopo guardi il video e ti rendi conto che non è per niente quello che hai fatto".

Tommy Lee era rientrato nella band da appena 2 anni ma a settembre 2007, scoppia un altro caso e lascia nuovamente la compagnia.
Le ragioni riguardano battaglie legali tra Sixx, Neil e Mars, contro Lee e il suo manager Carl Stubner. I membri del gruppo accusarono Lee e Stubner di aver rovinato l’immagine della band in un reality show chiamato “Tommy Goes To College”, facendo perdere al gruppo milioni di dollari e impedendo di programmare dei concerti, visto l’impegno di Lee con il programma.
Sixx e soci chiesero un risarcimento di 20 milioni di dollari.
A distanza di nemmeno 2 mesi dalle sue dimissioni, Tommy Lee rientra nel gruppo, con Neil che afferma che le voci di rottura erano state esagerate dai Media.
Il 24 giugno 2008 esce l'ultimo album in studio della band "Saints Of Los Angeles", preceduto dalla title track come singolo e ben accolto dalla critica.
L’album debutta alla quarta posizione della Billboard 200 chart ed annovera canzoni degne di nota quali Down At The Whisky e The Animal In Me.
Il disco si ispira in qualche modo alle storie di vita dei primi anni del gruppo.
Come singolo è scelto, oltre alla titletrack, anche Mutherfucker Of The Year.

Mick Mars: "Un sacco di cose cambiano...ma una non cambia, continuo ad essere tutto fuorchè un gentiluomo. Sono un grande stronzo come sempre. Lascivo ed aggressivo.
Ora non bevo e non mi drogo più, non ho molti vizi, tranne suonare troppo la mia chitarra.
Suppongo di essere uno noioso oggigiorno". 

Se Lee e Mars più o meno all'epoca si stavano ripulendo dagli eccessi, lo stesso non si può dire di Neil.
Arrestato a Los Angeles nella notte tra il 27 e il 28 giugno 2010 per guida in stato di ebbrezza, era già nel mirino delle forze dell’ordine per aver discusso con una fan di fronte ad un hotel e averle distrutto la macchina fotografica con la quale lei gli aveva fatto una foto.
Vince nel 2007 era già stato fermato per guida in stato di ebbrezza.


LO SCONTRO TRA NIKKI SIXX E PHIL LEWIS DEI L.A. GUNS
Phil Lewis, il frontman degli L.A. Guns, marchiò come frode il bestseller di Nikki Sixx “The Heroin Diaries” due anni dopo che l’ex cantante dei Motley Crue, John Corabi, fece una considerazione simile sul libro del loro ex compagno di band.

“Secondo me “Heroin Diaries” di Sixx è totalmente una truffa. 
Chiunque sia mai stato dipendente da oppiacei o da qualsiasi altra droga non l’ha fatto per glorificare la propria dipendenza in futuro. 
E’ incredibilmente irresponsabile. 
E anche una totale schifezza Nikki potrebbe aver bazzicato un po’ nel giro forse, ma lui e la maggior parte dei dinosauri Rock di quel periodo giravano intorno alla cocaina, ma non di più. 
C’era poco giro di eroina a Los Angeles negli anni ’80 rispetto a Londra. 
Sixx era un adolescente milionario con una visione molto sottile della realtà“.

E poi aggiunse che lui lo saprebbe, in quanto Lewis stesso fece uso di una grande quantità di droga sia in Inghilterra che negli Stati Uniti.
Comunque dopo anni di eccessi di droga e sconvolgimenti della band, Nikki trova la felicità personale nel matrimonio con l'attrice Donna D'Errico, dalla quale divorziò nel maggio 2006.
Prima di lei, Nikki è stato sposato circa 7 anni con la playmate Brandi Brandt.
Si dice sia stato proprio Nikki ad introdurre Robbin Crosby, chitarrista dei Ratt, alla droga, la quale lo porterà alla morte per overdose da eroina nel 2002.


L'ADDIO E L'ULTIMO TOUR
Anche Nikki nel 2014 si sposa con la modella Courtney Bingham.
L'annuncio shock arriva all'interno del Madhouse Beacher Theater di Hollywood (in una sala arredata a lutto con tanto di "lapidi" coi nomi dei membri della band) ad inizio 2014, la band annunciò tutti i dettagli del loro "The Final Tour", diviso in 70 date.
Potrebbe sembrare la solita buffonata dei vari "farewell tour" annunciati in passato da tante grandi band, che poi si son rimangiate la parola a suon di dollari.
Ma non lo è.
Chi li segue, sa che l'argomento era spesso trapelato negli ultimi anni, e paradossalmente, chi ne aveva parlato varie volte, era proprio il più strenuo combattente della band: Nikki.
Dunque i Crue vogliono distinguersi anche in questo, e consultano i loro avvocati per redigere un vero e proprio contratto di cessazione di attività live, che la band firma in pubblico durante la conferenza.
Il tour è iniziato a Grand Rapids, Michigan, il 2 luglio 2014.
Il 15 gennaio 2015, sono state rese note quelle che dovrebbero essere le vere e proprie ultime date, tre concerti previsti per il 28, il 30 e il 31 dicembre 2015 allo Staples Center di Los Angeles, loro città d'origine.
L'idea era appunto quella di concludere la loro carriera proprio lì dove avevano iniziato, a Los Angeles.
L'ultimo concerto appunto, avviene allo Staples Center il 31 dicembre 2015.
Cala il sipario, forse per sempre, su una band leggendaria.
"We Are Motley...Mu-Tha-Fuckin...Crue!"

4 commenti:

  1. Ho letto tutti i tuoi pezzi ma questo è davvero superiore. Fra i più recenti anche quello su Peter Steele mi ha davvero colpito e dato molto da pensare. Complimenti!

    RispondiElimina
  2. ERRATA CORRIGE: "Edward Penis-Hands" non è un film dove ha partecipato NIkki Sixx ma Sikki Nixx un suo pseudonimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per la segnalazione: corretto.
      Effettivamente si tratta di uno pseudonimo.

      Elimina