Visualizzazioni totali

sabato 14 febbraio 2015

La Storia Dei Finntroll e La Morte Di Teemu Somnium Raimoranta

I Finntroll sono una band finlandese nata nel 1997.
Il gruppo venne fondato da Teemu "Somnium" Raimoranta(chitarrista degli Impaled Nazarene) e da Jan "Katla" Jämsen, che ubriachi in sala prove si misero a improvvisare su ritmiche Death Metal(aggiungendo spezzoni Folk e musica tradizionale finlandese).
Nel 1998 la formazione si stabilizza: Somnium (chitarra), Katla (voce), Skrymer (chitarre), Trollhorn (tastiera e chitarra), Tundra (basso), Beast Dominator (batteria).


DISCOGRAFIA
Nello stesso anno(1998) registrano il loro primo demo, Rivfader.
L'etichetta discografica Spinefarm si interessa a loro, firmando un contratto che risulta nella produzione del 1999 di Midnattens Widunder.
È chiaro come questa band presenti un buon numero di influenze derivanti dal Death/Black senza comunque risultare una band "canonica" nei 2 generi sudetti: gli unici elementi in comune potrebbero essere dati da alcuni spunti di batteria (da notare Vätteanda) e, ovviamente, dall’eccellente cantato di Katla, autore di una prova in Screaming semplicemente spettacolare per quanto riguarda immedesimazione, partecipazione e capacità di trasmettere lo stato d’animo e l’atmosfera di ogni singolo pezzo
Nel 2001 viene pubblicato l'album Jaktens Tid, che arriva al ventesimo posto delle classifiche finlandesi.
Si tratta di un disco molto longevo: ad ogni ascolto si scopre qualcosa di nuovo.
La musica che propongono qui ha fatto scuola, ma in quel momento, questa commistione di Epic,
Folk e Black Metal, conditi anche da una certa dose di autoironia, era qualcosa di nuovo.
L'anno successivo all'uscita dell'album alcuni tour vengono cancellati: il cantante Katla è costretto a ritirarsi dalla band a causa di un tumore di causa virale alle corde vocali non rimovibile chirurgicamente.
Abbandonerà dopo la pubblicazione dell'ep Visor Om Slutet.
Questo album viene registrato nei primi giorni del gennaio 2003 in una sala di registrazione in una foresta vicino ad Helsinki.


LA MORTE DI SOMNIUM E IL RESTO DELLA DISCOGRAFIA
Appena due settimane dopo l'uscita di Visor Om Slutet, Somnium (fondatore della band) cade dal ponte Kaisaniemi di Helsinki dopo aver assunto (secondo la ricostruzione ufficiale) dosi troppo elevate di alcoolici.
Somnium aveva 25 anni.
I Finntroll decidono comunque di continuare a suonare, facendo un tour di due settimane in Europa, come band di supporto ai Katatonia .
Il chitarrista Mikael "Routa" Karlbom, un amico della band, diventa il nuovo sostituto di Somnium.
Nel 2004, la band produce un EP, Trollhammaren, preludio dell'album Nattfödd .
Al costo di un piccolo calo generale di velocità e aggressività, Nattfödd ha guadagnato una varietà significativa rispetto ai predecessori, ogni canzone brilla in solitudine per struttura musicale, significato e carica emotiva.
Ciò a cui hanno essenzialmente puntato stavolta i Finntroll è il sottolineare tutto ciò che di grottesco esiste nelle leggende scandinave, a cominicare dalle figure stesse dei troll e a proseguire nei temi musicali che puntano a incutere terrore, oppressione e violenza, tutto in chiave a volte goliardica, a volte epica, a volte agghiacciante.
Nel 2007 esce Ur Jordens Djup, un ritorno alle sonorità che tendono più al Black Metal di Midnattens Widunder, conservando comunque l'epicità e il Folk tipici della band.
In quest'album tutti i testi sono stati scritti da Katla.
E' di certo il meno ispirato e più povero di contenuti tra tutti gli album dati alle stampe dal pazzo gruppo finnico.
Le parti ‘humpaa’ e Folk ci sono sempre, mancano i ritmi trascinanti presi in prestito dallo ska e manca soprattutto quel tocco geniale e così trascinante presente sempre nelle precedenti release.
Nel 2010 esce Nifelvind, seguito da un tour per promuoverlo, il PaganFest.
Anche questo disco non presenta novità trascendentali e non si discosta molto dal predecessore.
Invece nel 2013 esce Blodsvelt che riporta la band al sound degli esordi.
Il dejà-vù, infatti, è notevole a partire dai suoni campionati dell'intro, che ci portano dritti in un accampamento di orchi, fino ad arrivare al mero aspetto musicale.
Il Folk più cupo ed epico degli ultimi album è come spazzato via per tornare a quelle ritmiche festaiole che avevano contraddistinto gli inizi della band.
Chiaramente festaiole solo nelle musiche, perchè fin dal titolo ("Blodsvept" che significa "avvolto nel sangue") il riferimento brutale e sanguinario ai massacri compiuti dai troll, che già avevano caratterizzato i precedenti dischi è abbastanza evidente.


SOMNIUM: CADUTA ACCIDENTALE O SUICIDIO?
Come detto, la versione ufficiale (ai tempi) affermò che Somnium era caduto accidentalmente dal ponte dopo aver bevuto molto quindi pare che fosse completamente ubriaco.
Tuttavia, pur ai tempi, la sua morte rimase avvolta nel mistero: pare infatti che le due persone che erano con lui quella notte hanno però rivelato in seguito di averlo visto buttarsi dal ponte, togliendosi la vita.

Sulla questione fa luce il cantante degli Impaled Nazarene, Mika Luttinen, nel 2004:
“Sono stanco di mentire a riguardo. La famiglia di Teemu ha detto che non voleva dire la verità, e volevano che mentissimo! Ci hano detto di dire che è stato un ‘incidente a causa dell’alcool,’ un vera stronzata. 
I fatti sono che si è gettato di sua spontanea volontà. Ora quello che sto per dire sembra una stronzata, ma non mi manca nella mia band. A dire tutta la verità, stava facendo un sacco di cazzate. 
Era un fannullone, saltava le prove e altre cose. 
Non avvisava per dire che non veniva, semplicemente non veniva. A volte lo dovevamo trattare come un bambino, come quando dovevamo prendere gli aerei per i tour o altre cose simili, lo dovevamo chiamare 10 volte per chiedergli se stava venendo in aereoporto. Era sempre in ritardo. E francamente, non era un ne un gran chitarrista ne un gran compositore, e non era uno dei compositori principali nella band. Penso che per la mia band sia stato un bene, visto che ora abbiamo un grande chitarrista. 
Ma mi manca come amico. 
Quando andavamo in tour, volevo sempre stare in stanza con lui. Era un amico leale. Avevamo spesso gli stessi punti di vista sulla vita. 
Questa è la parte che mi manca di lui. Era un buon amico. 
Come membro della band invece no mi manca affatto. Lo so è crudele. 
Sono sicuro che le persone si chiederanno come faccio a dire queste cose ? 
Ma la vita va avanti. 
Alcune volte va male altre no.

“Quella notte era insieme ai membri dei Finntroll, nessuno degli Impaled Nazarene. Uno dei miei amici ha visto cos’è accaduto, ha visto Teemu saltare dal ponte di sua volontà. 
Il mio amico era sobrio come lo era Teemu. 
Quando hanno fatto l’autopsia, hanno cercato droghe e alcool nel sangue e hanno trovato che aveva l’equivalente di tre birre in corpo quella notte. Sapeva quello che stava facendo, non c’è nessun dubbio.”

“Non è stata la prima volta comunque. Ha cercato di uccidersi più volte prima. 
Stavamo cercando di aiutarlo. Gli avevamo chiesto molte volte di dirci se aveva dei problemi. 
Gli abbiamo detto ‘Non tenerteli dentro.’ 
Stava vivendo il suo sogno rock ‘N’ roll. 
Faceva festa per 24 ore al giorno con varie sostanze. 
Non sapevamo quanto fosse preso dalle droghe. Abbiamo saputo tante cose su di lui dopo l’incidente. 
Stava veramente vivendo una doppia vita”.

Nessun commento:

Posta un commento